Forse quello veramente più antico è un altro ma anche il birraio è un mestiere molto antico.

I sumeri, culla della civiltà, già facevano la birra ed immaginate per un momento in quali condizioni climatiche e tecnologiche si esprimevano.

La birra, già allora, era talmente importante da essere considerata dono prezioso per le divinità e tale da vedersi regolata la commercializzazione da un apposito “regolamento”.

Tutto questo per dire che al birraio sono sempre state assegnate funzioni e responsabilità socialmente riconosciute.

In fondo, magicamente, il birraio aveva il compito di lavorare gli ingredienti a sua disposizione, quelli che il territorio e la stagione gli offrivano, e trasformarli in una sostanza trasportabile nello spazio e nel tempo, assicurandone la conservazione e l’apporto nutritivo e psicologico.

Si pensi solo alla birra nei galeoni del XVI secolo.

Fare il birraio è un po’ come fare il fornaio ed il chimico al tempo stesso.

Oggi, molti giovani, spinti dalla moda delle birre artigianali e dalla mancanza di lavoro, si approcciano al mestiere con aria quasi di supponenza o, al limite, di curiosità, ma il mestiere del birraio richiede sacrificio e preparazione.

Gli orari, le tempistiche, le pause obbligate, la forza nelle braccia, la capacità di dover gestire azioni pesanti ed ingredienti dosati. Sveglia all’alba, macinazione, controllo tini, scarico del malto nel tino, spostare pesi, il freddo, il caldo.

Ma fare il birraio richiede anche precisione e maniacalità in protocolli di comportamento ripetuti e continuamente studiati e migliorati.

Temperature, tempi, percentuali, scale di gradazione e conversione, principi di idraulica e di fisica, bilance per dosare ordini di grandezza in grammi e bilance per le tonnellate.

Il birraio chimico programma una ricetta, ne immagina dosi ed effetti negli ingredienti, progetta l’effetto organolettico ricercato.

Il birraio fornaio poi prenderà a calci il mulino per disincastrare il chicco rimasto bloccato e si sorprenderà sempre di come da un lavoro così duro e rozzo esca sempre un prodotto cosi elegante come la sua birra.